Relazione finale Nanjing SSWH 2019

Tipologia news: 
home
Data pubblicazione
Pubblicato il: 
07/09/2019

UNIVERSITÀ DI TRIESTE E DI NANJING

SUMMER SCHOOL IN WORLD HISTORY, NANJING, 25-30 AGOSTO 2019

RELAZIONE FINALE

Si è da pochi giorni conclusa la prima edizione della Summer School of World History presso il Department of World History, School of History, Nanjing University. Hanno partecipato 5 studenti della laurea magistrale interateneo in “Storia, dal Medioevo all’età contemporanea” (DISU), Università di Trieste-Università di Udine, 5 studenti della laurea magistrale in Diplomazia e cooperazione internazionale (presso DISPES) e 5 studenti History Major, Department of World History, Nanjing University. L’iniziativa si è svolta nell’ambito di una convenzione tra le università di Trieste e di Nanjing, è avvenuta secondo gli impegni reciproci previsti dalla convenzione ed è stata resa possibile, sul lato italiano, dalla cooperazione tra DISU, DISPES e Innovation Office, Università di Trieste, e, sul lato cinese, dal Department of World History, School of History, Nanjing University.

Gli studenti italiani, selezionati su 32 candidati in base a criteri di merito, sono stati guidati dal prof. Guido Abbattista, docente di Storia globale presso il DISU, col supporto della dott.ssa Giulia Iannuzzi, mentre il coordinamento organizzativo è stato curato dal prof. Liu Cheng, UNESCO Chair in Peace Studies: il programma didattico-scientifico è stato messo a punto e realizzato sotto la responsabilità dei due docenti. L’attività si è svolta nell’arco di cinque giornate presso la sede del Department of World History, Xianlin Campus della Nanjing University, con lezioni mattutine e pomeridiane tenute da diversi docenti del Department of World History e dal prof. Abbattista, per un totale di 6 ore giornaliere dedicate a temi di storia e cultura cinese e storia delle relazioni tra Cina e Occidente in epoca moderna e contemporanea, con particolare riferimento alle problematiche della globalizzazione economica e politica. È stata integrata da visite a importanti luoghi e monumenti storici della città di Nanjing, antica capitale imperiale. Tra queste è da segnalare in particolare la visita al Nanjing Massacre Memorial, che si è svolta in una cornice di ufficialità ed è culminata in un incontro-dialogo con il direttore del Memorial Hall, Dr. Zhang Jianjun, e con una lezione del prof. Liu Cheng. La partecipazione alla Summer School e la presentazione di una relazione finale, per delibera dei rispettivi Consigli di Corso di Studio, comporterà per gli studenti il conseguimento di n. 6 crediti “F”.

La SSWH, frutto di rapporti di collaborazione scientifica curati dal prof. Abbattista fin dal 2005, ha fatto seguito a una precedente Summer School in European Comparative History, anch’essa basata sulla cooperazione tra le università di Trieste e di Nanjing, svoltasi nell’agosto-settembre 2011 a cura della Doctoral School in the Humanities diretta dal prof. Abbattista presso l’allora Dipartimento di Storia e Culture dall’Antichità al Mondo Contemporaneo (DiSCAM), e ha inteso riprenderne le finalità in una prospettiva di sempre maggiore cooperazione internazionale sul piano sia scientifico sia didattico. A questo proposito, il prof. Abbattista ha partecipato a un incontro con l’ufficio Relazioni internazionali dell’Università di Nanjing (Office of International Cooperation and Exchanges), Deputy Director Hu Jie. Nel corso dell’incontro, a sua volta preceduto a Trieste nel febbraio 2019 da analogo incontro tra il Pro-Rettore alle attività internazionali prof. Michele Pipan, l’Innovation Office e una delegazione dell’università di Nanjing ospite di un workshop organizzato dal prof. Abbattista, sono state individuate future modalità di scambio e collaborazione sotto forma sia di repliche dell’esperienza della Summer School al fine di dare continuità all’iniziativa, sia di scambi più prolungati di studenti e docenti nell’ambito di programmi rivolti ad arricchire le esperienze didattiche studentesche e le collaborazioni scientifiche tra ricercatori. In particolare il prof. Abbattista e il proff. Liu Cheng hanno prospettato la possibilità di estendere la collaborazione ad altri dipartimenti di studi economici, giuridici e linguistici, che nel caso di Trieste potrebbero essere il DEAMS e IUSLIT. Le prospettive di sviluppo tratteggiate in occasione di questo incontro sono del massimo interesse e appaiono sostenute dalla solida convinzione da parte delle autorità academiche dell’Università di Nanjing – vale la pena ricordare: sesta nei ranking nazionali della RPC – nell’investire risorse ed energie nella collaborazione con l’Università di Trieste, esplicitamente riconosciuta come una partner di primo piano anche nell’ambito di scenari geopolitici ed economici più generali.

L’esperienza è stata pienamente soddisfacente sotto ogni profilo: didattico-scientifico, culturale, istituzionale e inter-personale. Si è registrato un eccellente clima di collaborazione, accresciuto dalla straordinaria ospitalità di cui la delegazione italiana ha goduto e dalla grande attenzione che i Colleghi dell’Università di Nanjing hanno posto nel garantire al soggiorno degli ospiti italiani il massimo di comodità, facilità e piacevolezza. Ed è da sottolineare soprattutto come tutta l’iniziativa si sia svolta all’insegna di rapporti di amicizia, simpatia e reciproca intesa. Questo deve indurre a perseguire con convinzione l’obbiettivo di sviluppare le relazioni con l’Università di Nanjing in ogni possibile forma, proseguendo l’esperienza della Summer School, ma anche perseguendo l’ampliamento delle forme di collaborazione con il coinvolgimento di altri dipartimenti e strutture dell’Università di Trieste.

Un sentito ringraziamento deve essere rivolto al DISU, per l’interesse, la sollecitudine e l’importante sostegno economico offerto nell’ambito dei Servizi agli Studenti, e in particolare alla sua direttrice, prof.ssa Elisabetta Vezzosi, e alla prof.ssa Cinzia Ferrini, Delegata all’Internazionalizzazione, per l’importante supporto istituzionale; al DISPES, in particolare al prof. Diego Abenante e alla Direttrice, prof.ssa Sara Tonolo, per aver voluto aderire con convinzione all’iniziativa e aver collaborato efficacemente alla sua realizzazione sia sul piano organizzativo sia su quello finanziario; all’Innovation Office, dott.ssa Agata Mannino e Dott. Cristiano Piani, che ha curato con grande competenza e attenzione la parte delle relazioni istituzionali e ha garantito ulteriore sostegno finanziario; ai corsi di laurea magistrale interateneo in Storia dal Medioevo all’età contemporanea, Coordinatore prof. Flavio Rurale, e laurea magistrale in Diplomazia e cooperazione internazionale, Coordinatore prof. Diego Abenante.

A questi ringraziamenti desidero aggiungere l’espressione della mia personale piena soddisfazione per il modo in cui la Summer School si è svolta e per l’interesse, l’attenzione e la partecipazione che gli studenti italiani hanno dimostrato, offrendo una prova molto significativa di maturità, di vivacità intellettuale e di capacità di interazione culturale e umana. Un ringraziamento particolare devo infine rivolgere alla dott.sa Giulia Iannuzzi, con la quale intrattengo proficui rapporti di collaborazione di ricerca e di didattica, per il validissimo sostegno offerto da molteplici punti di vista nel corso della Summer School, grazie a capacità relazionali e linguistiche che si sono rivelate della massima utilità.

Guido Abbattista

Ultimo aggiornamento: 07-09-2019 - 11:43
Share/Save